Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » "Italia sia!" - Il Risorgimento attraverso i grandi maestri dell'800

Un evento dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia ma anche al
grande contributo che ha dato la Toscana alla nascita della nazione unitaria sia con il
sacrificio dei suoi giovani volontari ma anche con l’impegno di tanti artisti come i
macchiaioli. E’ questo in sintesi la mostra "Italia Sia! Fatti di vita e d'arme del
Risorgimento italiano" organizzata dal Comune di Seravezza e dalla Fondazione Terre
Medicee con l'importante collaborazione della Fondazione Spadolini, Nuova Antologia di
Firenze e curata da Enrico Dei con la collaborazione di Andrea Baldinotti e che si
potrà ammirare fino al 26 settembre nelle prestigiose sale di Palazzo Mediceo a
Seravezza (Lucca). Il percorso espositivo propone, attraverso oltre 100 opere tra
pitture, documenti e disegni, di ripercorrere le vicende del Risorgimento –
segnatamente quelle comprese fra il 1848 e il 1860 – testimoniando come, nel
corso dell’Ottocento, gli avvenimenti della vita militare e l'epopea della
liberazione abbiano dato vita ad un filone figurativo destinato a rifluire, in molti casi,
nella vera e propria pittura di genere. In mostra opere di artisti quali Giovanni Fattori,
Silvestro Lega, Ferdinando Buonamici, Telemaco Signorini, Amos Cassioli, Pietro Aldi,
Arturo Moradei, tutti tesi a celebrare alcuni episodi emblematici della Seconda Guerra
d'Indipendenza. Poi tele come quelle di Ignazio Affanni, Cesare Bartolena, Micheli,
declinano con accenti accorati un mondo d’affetti quotidiani che gli avvenimenti
bellici stanno per spezzare per sempre. Assecondando fedelmente lo svolgimento della
vicenda storica, l’esposizione prende dunque le mosse dallo scontro di
Curtatone e Montanara e dai volti dei suoi protagonisti. Al fine di ripercorrere nei
termini più esatti le fasi cruciali della battaglia il comitato organizzatore ha scelto
di fare dialogare le numerose quanto preziose testimonianze pittoriche, grafiche e
documentarie (alcune delle quali inedite e qui esposte per la prima volta), con un
grande plastico realizzato appositamente per la mostra, sul quale sono destinati a
trovare posto circa seimila soldatini. Un capitolo a parte è riservato a Giovanni
Fattori, del quale viene ripercorsa, quasi mostra nella mostra, la produzione pittorica di
soggetto ‘militare’ che copre quasi l’intero arco cronologico della
sua attività. Dal grande cartone per la Battaglia di Magenta del 1859-60,
realizzato nell’ambito del concorso Ricasoli, alle opere degli anni Ottanta e
Novanta, contrassegnate se possibile, nella composizione figurativa, da una sempre
più scoperta e programmatica vena antiretorica. A testimoniare l’eco
dell’insegnamento di questo grande artista è stata prevista un ulteriore
sezione che ha messo a confronto, tra gli altri, lungo le pareti della sede espositiva,
artisti come Luigi Gioli e Ruggero Panerai con una serie di opere che vedono
personaggi principali i soldati dell’esercito nazionale.



La mostra è realizzata con il patrocinio e il contributo finanziario di Ministero per
i Beni e le Attività Culturali, Regione Toscana, Provincia di Lucca, Fondazione
Cassa di Risparmio di Lucca, Banca della Versilia e della Lunigiana e Henraux. E’
aperta fino al 26 settembre 2010 con questi orari: dal 5 al 30 giugno e dal 13 al 26
settembre dalle ore 15.30 alle ore 20, lunedì chiuso. Dal 1 luglio al 12
settembre, tutti i giorni, dalle 10 alle 12.30 e dalle 17.30 alle 24.00. Ingresso: euro 5,
ridotto euro 3. Catalogo Pacini Editore, Pisa. Informazioni : Fondazione Terre Medicee -
ufficio mostre, via del Palazzo 358. 55047 Seravezza (LU) . Tel: 0584 757443, e-mail:
uturismo@comune.seravezza.lucca.it

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com