Palazzo Piccolomini-  link al sito
italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Dormire
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Case vacanza
- Agriturismo
- Hotel
- Meublè - Camere

>> Gustare
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine

>> Palazzi e musei
- Palazzo Piccolomini

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Bluetangos
- Crete di Siena in Moto

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service
  Il Girasole

- DG autonoleggio

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

>> Acquisti
- Artigianato
- Prodotti Tipici
- Servizi
- Aziende Agricole

>> Benessere
- Terme di Toscana

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Crociani
- Contucci
- Il Greppo
- Piazza Grande Wines
- Palazzo Vecchio

>> Territorio
- Eventi
Home » News » Arte: domani al via la mostra sugli scacchi a Cecina

Arte: domani al via la mostra sugli scacchi a Cecina Scacchi giganti, scacchiere virtuali o in prezioso alabastro di Volterra. Sono queste
alcune tappe della mostra dal titolo “L’arte degli scacchi” che sarà inaugurata domani
sabato 27 marzo alle ore 18 presso la Sala delle Esposizioni della Fondazione Culturale
Hermann Geiger, via Matteotti 47 a Cecina (Livorno). La mostra, che rimarrà aperta
fino a domenica 9 maggio 2010, è stata ideata e curata dal direttore artistico della
Fondazione Vittorio Riguzzi e ha come tema l’importanza e il valore culturali del gioco
degli scacchi dalle origini ai nostri giorni. Un “passatempo” antichissimo che nel corso
dei
secoli ha conosciuto fortune alterne, appassionando le più grandi menti dell’umanità tra
artisti, scienziati, politici e protagonisti di ogni campo del sapere. La funzione degli
scacchi nella storia non è stata solo di svago e ricreazione, ma ha avuto grande rilievo
politico e sociale, ha deciso di guerre e di costumi, è stato terreno di confronto fra
legislatori e capi di stato, ha indirizzato le sorti di grandi antagonismi nazionali dal mondo
antico fino alla Guerra Fredda. I suoi protagonisti sono state spesso persone semplici
eppure tutt’altro che comuni, intelligenze rigorose e personalità complesse, come
quella di Duchamp e di Kasparov, di Benjamin Franklin e di Bobby Fischer, solo per fare
alcuni esempi. L’obiettivo di questa mostra quindi è quello di far comprendere al
pubblico che la scacchiera e i suoi pezzi sono una nuova esperienza intellettuale e
conoscitiva da non perdere. Il percorso espositivo illustra in modo semplice ma
esaustivo le regole fondamentali di questo gioco e come gli scacchi hanno influenzato
la nostra cultura, la storia e le arti.Saranno quindi esposte scacchiere e scacchi di ogni
tipo e forma. le tappe della mostra saranno:1. "quadrante della Torre" = gli scacchi
nella storia e storia degli scacchi2. "quadrante del Cavallo" = politica e
società3. "quadrante del Re" = le grandi sfide4. "quadrante dell'Alfiere" = aneddoti e
curiosità sugli scacchi (calcolo combinatorio, episodi, formule vincenti, ecc)5. Le
regole: scacchiera con pezzi giganti per impratichirsi subito6. "quadrante della Regina"
= gli scacchi nell'arte e nel cinema7. Sfida al computer: la mente umana contro la
macchina8. Collezione in alabastro Leonardo Giglioli della famiglia Bessi di VolterraSarà
quindi possibile giocare una partita con scacchi giganti e sfidare l’intelligenza artificiale
del più potente programma di gioco per computer e consolle, Blue Fritz il software che
ha sconfitto il campione del mondo Kramnik nel 2006 (evoluzione del mitico Blue Deep
che a sua volta sconfisse Kasparov nella rivincita del ’97). Una sezione della mostra che
racconterà le grandi sfide, come la più famosa Kasporov - Fischer con l’esposizione di
documenti e materiale fotografico. Poi non possono mancare gli aneddoti e le
curiosità.
Sarà poi esposta una preziosa raccolta ottocentesca di scacchiere e scacchi in alabastro
proveniente dalla collezione “Leonardo Giglioli” della famiglia Bessi di Volterra con
relative informazioni sull’estrazione dell’alabastro e la sua lavorazione. In più nell’aula
didattica sono previste divertenti e istruttive proiezioni di documentari e altri materiali
audiovisivi tra cui lezioni di gioco, film e documentari. Un’attenzione particolare, infine,
è stata riposta all’ordine geometrico degli allestimenti, per rispecchiare il valore logico-
matematico di questo esercizio per la mente, in un gioco di proporzioni contenente
un enigma scacchistico, un algoritmo … che tutti sono invitati a scoprire. Alcune
illustrazioni di Escher, artista celebre per i suoi disegni prospettici e matematici,
accompagnano il visitatore, insieme con una selezione di aforismi sugli scacchi di autori
vari, per un tipo di saggezza che si presta tanto allo spirito del gioco quanto alla filosofia
di vita.“La letteratura teorica e scientifica sugli scacchi – spiega il curatore Vittorio
Riguzzi - è pressoché sterminata, segno della complessità del gioco ma anche della sua
universale accessibilità. Le regole, pochi movimenti e infinite combinazioni, possono
facilmente essere apprese da tutti. Non c’è sudoku, gioco enigmatico o “brain training”
che regga il confronto: gli scacchi sono certamente il compendio delle possibilità
intellettive umane e straordinaria metafora dell’esistenza”. In collaborazione con Circolo
scacchistico di Cecina, nella sala espositiva sarà presente, tutti i giorni di apertura della
mostra, un giocatore esperto disponibile per insegnare i primi rudimenti del gioco. Sarà
inoltre organizzato un torneo aperto a tutti. Sabato 17 aprile, alle ore 18, è
confermata la presenza del primo Grande Maestro italiano Sergio Mariotti, che si esibirà
in una partita in simultanea.Informazioni “L’arte degli scacchi” si potrà visitare con
ingresso gratuito dal 27 marzo al 9 maggio 2010 nella Sala delle Esposizioni Fondazione
Geiger, Via Matteotti 47 - Cecina (Livorno). Orario di apertura: da martedì a domenica
dalle 16 alle 20, chiuso il lunedì. Informazioni: Fondazione Culturale Hermann Geiger,
tel. 0586 – 635011, sito web: www.fondazionegeiger.itUfficio Stampa, Agenzia
ILogo, Prato tel.0574.29691, email: press@ilogo.it Chiara Mercatanti, cell.
3479778005Fabrizio Lucarini cell. 340.7612178
DALL'ARCHIVIO
di Infotuscany.com

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 InfoTuscany.com